radio-link

testata-atestata-b

international site

facebook 24googleplus 24issuu 24twitter 24youtube 24

alice vogliottiEccovi il racconto dello SVE di lungo termine ad Arad in Romania di Alice Vogliotti, della provincia Torino, partita per 5 mesi.

 

Ciao a tutti!

Mi chiamo Alice, ho 23 anni, e vengo da un paese di soli 3000 abitanti in provincia di Torino.

Ho deciso di fare domanda per un Servizio Volontariato Europeo la scorsa estate, mentre stavo scrivendo la tesi di Master: ero appena tornata dall’Inghilterra dopo 10 mesi, l’Università stava finendo (mi sarei poi laureata in Relazioni Internazionali), e la prospettiva di trovare un lavoro vero e proprio immediatamente sembrava tanto impossibile nel nostro contesto socio-economico quanto prematura, dal momento che non avevo mai lavorato prima. Ero alla ricerca sia di esperienza professionale che internazionale, e di impiegare me stessa e il tempo a disposizione per fare qualcosa di utile alla comunità.

Ho trovato un’opportunità di 5 mesi ad Arad (Romania), in un progetto chiamato Life Plus nell’organizzazione Ofensiva Tinerilor, dove sarei venuta in contatto con diverse nazionalità, coinvolta nella pianificazione ed organizzazione di un vasta gamma di attività di volontariato quali seminari e corsi di Primo Soccorso, animazione di bambini ospitalizzati, doposcuola ad alcuni bambini con svantaggi sociali, supporto in un centro con bambini con disabilità mentali, promozione di progetti interculturali, incarichi giornalistici, ecc. Questo Sve sembrava la combinazione perfetta per essere d’aiuto ad una comunità bisognosa e contemporaneamente acquisire molte nuove competenze: organizzative, analitiche, e “umane”.

Nel progetto eravamo solo 4, io e tre ragazze spagnole, e questo rendeva la divisione del lavoro abbastanza semplice ed armoniosa. Tutte queste attività avevano target diversi e ciò ha richiesto molta flessibilità e versatilità da parte nostra, ma ha migliorato le nostre capacità personali e di adattamento molto velocemente!

Ora che ho finito i 5 mesi di Servizio e sono rientrata in Italia, devo dire che le mie aspettative sono state alquanto rispettate. SVE è un periodo della vita da prendere come esperienza per crescere, per essere responsabili ed iniziare ad imparare come vivere indipendentemente, ma senza tutti i grandi impegni, responsabilità e regole inerenti ad un lavoro reale. Allo stesso tempo, si ha anche la possibiità di approfondire le proprie conoscenze riguardanti argomenti molto interessanti grazie ai vari corsi di formazione offerti durante questo periodo, ed imparare una nuova lingua.

Alice Vogliotti