radio-link

testata-atestata-b

international site

facebook 24googleplus 24issuu 24twitter 24youtube 24

bandiera europa

Nicola ci spiega che cosa è uno Scambio giovanile e soprattutto perchè è importante prendervi parte.

Inizio col cercare di spiegarvi che cos’è teoricamente uno scambio giovanile: uno scambio giovanile è un progetto finanziato dall’Unione Europea, ed è organizzato con lo scopo di far  incontrare ragazzi/e di diversa nazionalità che fanno parte dell’Unione Europea. Durante gli scambi giovanili i ragazzi provenienti da paesi differenti, hanno l’opportunità di discutere tra loro su un determinato tema e allo stesso tempo, possono confrontare le diverse culture e le diverse lingue. La durata di uno scambio è generalmente di sette giorni. 

Bene, dopo una spiegazione definita magari un po’ più “tecnica “ mi piacerebbe cercare di spiegarvi cosa è concretamente uno scambio giovanile dopo le mie esperienze. In questi sette giorni i ragazzi devono seguire un programma, già prestabilito, su cui si basa l’intero scambio giovanile. All’inizio del progetto, vengono stabilite delle regole a cui tutti devono attenersi, ciò implica adattamento e  qui si impara a convivere, a dividere gli spazi con gli altri ma soprattutto si impara il rispetto reciproco. Nel corso dello scambio si svolgono diverse e interessanti attività, che sono inerenti al programma e al tema prestabilito, questo fa si che si instauri un rapporto di amicizia con molti ragazzi e molte di queste amicizie sono durature nel tempo, con la speranza di rincontrarsi nuovamente. 

Credo che sia abbastanza complicato spiegare a parole ciò che si prova durante un’esperienza simile, perché essa ti coinvolge e ti fa provare sentimenti ed emozioni che forse mai nella tua vita avresti  immaginato di provare, emozioni che puoi comprendere solo se le vivi;  grazie all’esistenza di questi progetti tutto ciò non è un’utopia, ma è la realtà ed è un’esperienza che secondo me necessariamente bisogna provare almeno una volta nella vita. Qui, essendo a contatto con persone di nazionalità differente, si ha possibilità di praticare le diverse lingue e conoscere le diverse sfumature delle diverse culture, che non è magari solo la cultura nell’ambito religioso, ma la cultura ramificata in vari aspetti, come per esempio la cultura del cibo. In questo modo ognuno può trasmettere all’altro un qualcosa, per questo si ha la possibilità di imparare dagli altri ciò che magari sui libri di scuola, non avresti mai potuto comprendere fino in fondo. Esso d’altronde ti permette di ampliare i tuoi orizzonti ed avere una visione più “Internazionale” della vita ,  ti permette di avere una buona apertura mentale, sradicando le barriere che molte volte si vengono a determinare tra i diversi popoli, questo ti consente di imparare ad accettare tutti senza distinzione di razza, cultura o religione e capire che alla fine siamo tutti umani, con tutte le nostre differenze e i nostri difetti. 

Nello scambio si ha la sensazione di vivere una realtà diversa, ti allontana dalla vita frenetica di tutti i giorni, non esistono i problemi relativi alla vita di tutti i giorni, ma ti concentri sulla relazione umana vera e propria  con persone, che una settima prima ti erano sconosciute  e questa è una sensazione meravigliosa. Quale opportunità migliore di questa  poteva esserci offerta?