L2C SJ Tailandia1Il nostro progetto "Link 2 Continents" ha permesso alla giovane youth worker Teresa, di vivere un'esperienza intensa e ricca di conoscenze e novità presso il partner VSA - Volunteer Spirit Association in Tailandia. Leggete qui l'intervista fatta a Teresa sulla sua esperienza "asiatica".

L2C SJ Tailandia3

Teresa, che cosa hai fatto durante il tuo Job Shadowing in Tailandia?
A inizio Giugno 2017 sono partita verso la Tailandia, la mia prima volta sul continente asiatico. I primi giorni dopo il mio arrivo ho partecipato a orienting camp per i nuovi volontari giunti in Tailandia presso l'associazione VSA. Durante questo periodo abbiamo ricevuto lezioni base di tailandese, svolto attività di team building, attività per conoscere la comunità  locale, abbiamo organizzato diversi workshops in inglese, poi realizzati nella scuola elementare del villaggio.

Successivamente ho accompagnato lo staff di VSA nella fase preliminare della formazione dei progetti, di conoscenza e di individuazione di obiettivi, con le scuole di Hat Yai destinatarie di tali progetti. Tra queste una scuola per non vedenti ed una scuola per non udenti. Ho affiancato la dirigente scolastica e le maestre di un villaggio nella realizzazione di un festival che potesse avvicinare le famiglie dei bambini alla scuola, in modo da creare una rete scuola-famiglia.
L2C SJ Tailandia4Infine ho vissuto due giorni nella fattoria eco-friendly di Pi Koy e Pi Nat che ospita progetti con volontari di VSA da diversi anni, dove mi hanno mostrato tutte la loro quotidianità e le attività che svolgono I  volontari.

Che differenza hai visto tra il nostro modo operandis, NGO in Europa, e quello loro?
I progetti di VSA in Tailandia sono sparsi in diverse parti del Paese, anche a lunghe distanze, diversamente da Link, che lavora maggiormente sul locale. VSA ha due uffici, uno ad Hat Yai, per l’accoglienza dei volontari stranieri e uno a Bangkok per I volontari tailandesi in partenza. Questo comporta una divisione netta delle due azioni e dei collaboratori.

L2C SJ Tailandia5
Che cosa hai imparato, e cosa ti è rimasto impresso di più sulla cultura tailandese?

Sabai Sabai sono state le parole di Pi Koy, che invitano alla serenità e alla calma, tutto si resolve, dice lei. Questa è la sensazione che mi ha accompagnata nel mio JS e che mi ha colpita, questa generale gentilezza, l’accoglienza genuina e cordiale e il senso di tranquillità che si respira anche in una grande città come Hat Yai.
Dall’altra parte mi ha impressionato la specificità delle scuole per non vedenti e non udenti, mentre in Italia I bambini con disabilità frequentano le scuole ordinarie, questo potrebbe comportare una maggiore facilità d’integrazione nel resto della comunità.

Su livello personale, che cosa ti sei portata a casa?
La gentilezza nell’accoglienza, la premura al benessere altrui e una maggiore attitudine alla collaborazione.

L2C SJ Tailandia2

  • Agor@dio  » Nasce il network Y-ANG

    Agor@dio » Nasce il network Y-ANG

    La nuova programmazione con la voce dei giovani del Sud
  • FreeGo » Volontariato e scambi all'estero

    FreeGo » Volontariato e scambi all'estero

    Scopri tutti i nuovi progetti del 2023!
  • Erasmus+ » Nuovi leader crescono

    Erasmus+ » Nuovi leader crescono

    14 giovani si preparano a diventare leader degli scambi giovanili
  • 2023  » Anno europeo delle competenze

    2023 » Anno europeo delle competenze

    Metti in campo il tuo talento grazie ai programmi europei